Sie sind hier: Val di Fiemme I veci trenini


La indimenticabile e indimenticata Calalzo-Cortina-Dobbiaco

Il convoglio con lo sfondo le Tofane

Sono passati ormai 42 anni da quando gli ultimi treni della Ferrovia delle Dolomiti partirono da Cortina per non farvi mai più ritorno. Questa ferrovia nasce durante la prima guerra mondiale come fragile ferrovia da campo, destinata a diventare durante gli anni 30 la migliore ferrovia italiana a scartamento ridotto. Svolgerà un importantissimo ruolo di collegamento tra Calalzo e Dobbiaco percorrendo le valli del Boite, di Ampezzo e di Landro. Perfettamente inserito nel paesaggio dolomitico, il treno continuerà a viaggiare per queste valli fino al 1964 quando un insensata politica portò alla demolizione insieme a questa ferrovia di altre due: la Ferrovia Elettrica della Val di Fiemme e la Ferrovia della Val Gardena Chiusa-Plan (a trazione a vapore).

Cronologia della Ferrovia
* 1865: L'ing Locatelli presenta un progetto di collegamento ferroviario delle Valli Tirolesi a Venezia
* 1899-1901: Si susseguono diversi progetti per il collegamento delle zone montuose alla pianura veneta ma nessuno convince le autorità tanto da essere finanziato
* 1905: Viene deciso di costruire una linea ferroviaria a scartamento ridotto
tra Dobbiaco e Cortina
* 1915: Con lo scoppio della Grande Guerra i soldati austriaci realizzano una piccola ferrovia a scartamento ridotto (quasi esclusivamente per il trasporto di munizioni e provviste più che di persone) tra Dobbiaco e Landro
* 1916: La stazione ferroviaria più vicina a Cortina e comunque ai punti di fuoco del fronte italo-austriaco per gli italiani è (come tuttora) Calalzo. I soldati italiani realizzano allora una linea a scartamento ridotto tra Peaio e Zuel (alle porte meridionali di Cortina d'Ampezzo) posando semplicemente i binari sulla strada statale (attualmente strada statale SS51 di Alemagna)
* 1917: La piccola e precaria linea ferroviaria dell'esercito italiano si dimostra inadeguata allo scopo e si comincia a costruire una ferrovia (a scartamento ridotto) vera e propria tra Calalzo e Cortina non più sulla strada ma vicino (dove ora sorge la Ciclabile delle Dolomiti);
* 1918: I lavori, che si erano fermati dopo lo spostamento del fronte vengono continuati (secondo il progetto italiano) dagli austriaci
* 1919: La tratta Calalzo - Cortina viene completata
* 1921: Viene resa operativa la Ferrovia delle Dolomiti che collegava Dobbiaco, Cortina e Calalzo
* 1927: La linea Calalzo-Cortina viene risistemata sostituendo i binari dove necessario, installando alcuni semafori presso i passaggi a livello e comprando alcune carrozze e locomotori nuovi
* 1943: La Ferrovia delle Dolomiti viene gestita dall'esercito tedesco
* 1956: L'anno dei Giochi Olimpici invernali di Cortina d'Ampezzo è il periodo di massimo splendore per la Ferrovia delle Dolomiti
* 1957: Inizia il declino della Ferrovia con diversi incidenti e riduzioni di fondi
* 1964: Il 17 maggio 1964 la Ferrovia delle Dolomiti viene dismessa




Immagini della ferrovia


Klicken Sie hier, um zur Galerie zu gelangen.




Videoclip della ferrovia delle Dolomiti

  trenocortina.avi   Guarda rare immagini della ferrovia in partenza dalla stazione di Cortina e in piena corsa...  
  0:45 min.   1'917 KB